Archivio per ottobre, 2017

image_pdfimage_print

Dolcetto o scherzetto ?

image_pdfimage_print

Oggi 31 ottobre 2017, dopo le anticipazioni giornalistiche dei giorni scorsi, è uscito il bando da “paura” per collocare “una casa di Babbo Natale” e alcune giostre in piazza Costa per le festività Natalizie.

Dopo il bando dello scorso anno avviato a ridosso del Natale ci si aspettava che l’edizione 2017 venisse affrontata con ampio preavviso: se nel 2016 l’amministrazione Gozzoli si è rifugiata dietro la scusante di essersi insediata da pochi mesi, quest anno non si capisce come mai si sia dovuto attendere tanto…forse si era perso di vista il calendario, tra un bando e l’altro?

Per il MoVimento 5 Stelle sembra sempre di assistere a qualcosa di improvvisato, talmente improvvisato da risultare quasi personalizzato, mentre la città necessita di un percorso di lavoro che porti a creare degli eventi di richiamo e qualitativamente elevati, almeno pari all’offerta delle localita’ vicine.

Per l’ennesima volta sul tema del turismo non ci siamo: Cesenatico merita più considerazione, più possibilità, il “vento giusto” ha smesso di soffiare da un pezzo.

Tornando a ciò che l’amministrazione chiama bando pare che gli ipotetici interessati avranno ben 2 giorni lavorativi per presentare il progetto e la relazione sulla qualità del servizio. Dopodiché l’iter amministrativo si concluderà verso il 10 di novembre e la settimana successiva, ovvero il 18 novembre, dovrà essere tutto pronto!

Chissà chi riuscira’ nell’ impresa…

IL BANDO DEL CIRCOLO TENNIS È UN PASTROCCHIO: NE VEDREMO DELLE BELLE

image_pdfimage_print

Conclusi i termini del bando per l’affitto del Circolo Tennis di Via Cesare Abba, con l’apertura delle buste si sono palesate le criticità espresse in questi giorni dal Movimento 5 Stelle di Cesenatico ed ora siamo tutti curiosi di vedere come l’amministrazione Gozzoli supererà le difficoltà di assegnazione della concessione.

Un bando mal scritto che ha lasciato perplessi i cittadini di Cesenatico nonché persone interessate alla gestione del circolo, in quanto partiva da una base d’asta di € 5.000,00 valore di molto inferiore a quello previsto per l’affitto di attivita’ simili, oltre a condizioni di ammissibilità estremamente restrittive che non permettevano la partecipazione ad associazioni fuori comune, in violazione della legge vigente sui bandi pubblici.

Nei giorni scorsi ci eravamo infatti chiesti quante mai potessero essere le associazioni sportive, con i requisiti richiesti, che avrebbero potuto gareggiare per la gestione di un bar, eventualmente di un ristorante, e dei campi da tennis dello storico circolo di Cesenatico.

Le partecipanti sono state tre, tra cui un’associazione operante fuori territorio comunale.

Due dei tre soggetti sono associazioni o società sportive costituite nei mesi scorsi per cui, oltre a suscitare non pochi dubbi sulle tempistiche, non si capisce come possano aver svolto prevalentemente attività sportiva nel territorio del comune di Cesenatico. Il terzo partecipante, perfettamente in regola con il requisito di svolgimento dell’attività sportiva con atto costitutivo risalente al 2014 opera a Pinarella per cui, nonostante la condizione posta dall’amministrazione di svolgere attività nel territorio di Cesenatico sia illegittima, risulta di fatto escluso.

Ma le criticità legate al bando non terminano qui: innanzitutto non è stata prevista una fidejussione a garanzia del bene pubblico, a differenza del precedente bando in cui la garanzia era prevista ed era pari a diecimila euro.

Inoltre in molte gare pubbliche, incluse quelle svolte in altri bandi dal Comune di Cesenatico, si richiede ai partecipanti di avere una comprovata esperienza nella gestione, a garanzia non solo della professionalità ma anche di una certa solidità economica.

Rimaniamo in attesa di un segnale di trasparenza tanto promesso in campagna elettorale ma non ancora pervenuto.

tennis