Bancarotta fraudolenta… ma no, è solamente bancarotta!

image_pdfimage_print

Durante la Commissione “affari generali e bilancio” del 26 Novembre, il Dott. Dirigente Spadarelli ha relazionato sull’assestamento di bilancio 2012. I dati economici del nostro Comune sono allarmanti. Il debito del Comune si aggraverà ulteriormente nei prossimi tre anni sforando i 60 milioni di euro (somma di 48 milioni per mutui e 11 milioni per leasing). Ad appesantire maggiormente la situazione è il certo inadempimento al patto di stabilità. In questo ultimo anno abbiamo registrato nei flussi finanziari un deficit di 5 milioni 569 mila euro ca. che non ci permetterà di rientrare nel patto di stabilità interno. Un gap che difficilmente verrà coperta entro l’approvazione del consuntivo 2012.

Inevitabilmente dobbiamo porci tutta una serie di quesiti: come mai abbiamo il mancato raggiungimento dell’obiettivo del patto di stabilità anche se le imposte comunali sono praticamente al massimo? La causa risiede nella spesa allegra e non controllata? Saranno i cittadini (come al solito) a dover ripagare questo deficit? Stiamo rischiando la bancarotta? Questa Amministrazione è in grado di amministrare il Comune di Cesenatico?

A questo punto si apre uno scenario infausto e le sanzione a cui andremo incontro saranno pesantissime. Verranno drasticamente tagliati i trasferimenti pubblici, non potranno più essere aperti mutui e le spese correnti dovranno essere ridotte alla media degli ultimi tre anni. Inoltre, per l’anno prossimo sarà obbligatorio pagare la somma relativa allo sforamento. Nel caso si dovesse concretizzare questa condizione, il nostro Comune andrebbe incontro ad un’ingessatura totale: fine degli investimenti, diminuzione dei servizi primari e aumento delle tasse. In una parola: bancarotta.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.