Bilancio 2012… le proposte del MoVimento 5 Stelle

image_pdfimage_print

Il MoVimento 5 Stelle ha voluto dare il proprio contributo al bilancio di previsione 2012 e di conseguenza ha presentato quattro emendamenti per chiedere al Consiglio comunale modifiche e integrazioni sostanziali: la riduzione IMU per la prima casa, la riduzione IMU per le attività produttive, la riduzione IMU per le abitazioni di tipo economico locata o uso gratuito e l’eliminazione del progetto “isole ecologiche interrate”. Con queste modifiche la spesa corrente del Comune per l’anno 2012 scenderebbe da 26 milioni di euro a 24 milioni, facendo risparmiare ai cittadini più di 2 milioni di euro. Ma andiamo con ordine e spieghiamo in che modo abbiamo trovato i soldi.

Le consulenze tecniche e legali previste per l’anno 2012 equivalgono a 300 mila euro. Rimanendo coerenti con la nostra battaglia agli sprechi, abbiamo tagliato dei due terzi le spese per consulenze, recuperando 200 mila euro e utilizzandoli per diminuire la pressione fiscale IMU per l’abitazione di tipo economico locata o uso gratuito. Così facendo, l’indice previsto del 7,6 per mille scenderebbe notevolmente.

La spesa per i Trasferimenti, cioè quella spesa di cui il Comune può farne uso discrezionale, equivale per il 2012 a 2,6 milioni di euro. All’interno di questa cifra, oltre a servizi di fondamentale importanza quali l’assistenza sociale e scolastica che non devono essere toccati, si annidano buona parte dei favori clientelari e partitici. Per questo motivo abbiamo deciso di tagliare del 15% la spesa per i Trasferimenti, 400 mila euro, e impiegarla per diminuire la pressione fiscale per l’IMU prima casa. Così facendo, l’indice previsto del 3,8 per mille scenderebbe al 2,5 per mille, abbassando la pressione fiscale IMU di questa “patrimoniale” del 30%.

La nuova società Cesenatico servizi srl avrà a disposizione 4,7 milioni di euro per le manutenzioni ordinarie nel 2012, stessa cifra annua che era dovuta alla Gesturist prima della scissione. L’Amministrazione ha più volte sottolineato come il “cambio di rotta” sarebbe stato visibile soprattutto nella gestione della nuova società Cesenatico servizi srl. Purtroppo dobbiamo constatare che ciò non è avvenuto: la cifra per le manutenzioni ordinarie non è diminuita; sono stati assunti 43 dipendenti per un costo totale annuo di oltre 2 milioni, di cui alcuni con stipendi di circa 100 mila euro. Per questo motivo il MoVimento 5 Stelle si è assunto la responsabilità di tagliare del 20% la spesa del Comune per la Cesenatico servizi, invitando l’Amministrazione a seguire logiche di risparmio ed efficienza. La cifra risparmiata di 1,2 milioni di euro vorremmo impiegarla per diminuire la pressione fiscale l’IMU per le attività produttive, in particolare per i negozi, locali, esercizi commerciali e botteghe. Così facendo, l’indice previsto del 10 per mille scenderebbe al 5, valore minimo per legge, abbassando la pressione fiscale IMU del 50% per questa categoria fortemente tartassata.

Il progetto “isole ecologiche interrate” è un’inutile iniziativa per diversi motivi: non aumenterà la differenziazione dei rifiuti, non diminuirà il traffico di camion e soprattutto non diminuirà la bolletta Hera. I bidoni continueranno ad essere per strada anche con l’installazione di qualche “isola ecologica interrata” e noi continueremo a pagare la bolletta senza averne nessun beneficio. Così facendo verranno risparmiati 463 mila euro di soldi pubblici.

Per concludere vorremmo invitare l’Amministrazione a prendere in seria considerazione le nostre proposte maturate anche grazie alla collaborazione e le osservazioni dei cittadini, durante gli incontri nei diversi Quartieri di Cesenatico che il MoVimento 5 Stelle ha promosso negli ultimi mesi.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.