A Cesenatico M5S vicino al 30% !!

image_pdfimage_print

ricostruzione grafica sondaggio pre-elettorale cesenatico (1)

Alberto Papperini sarà il prossimo Sindaco di Cesenatico. Questo si evince dai risultati del sondaggio elettorale commissionato dal Partito Democratico ormai già da qualche mese. Sveliamo i numeri del sondaggio pre-elettorale, voluto dal Partito Democratico, per valutare l’andamento del consenso a Cesenatico in prospettiva delle elezioni comunali che si svolgeranno nel Maggio 2016

 Il MoVimento 5 Stelle raggiunge il 30% dei consensi, raddoppiando in questo modo i consensi avuti alle comunali del 2011. La coalizione di centrosinistra, nella quale sono rappresentati il partito Democratico, il Partito Repubblicano Italiano e SEL si ferma al 39%. Nel centrodestra la partita è più complessa, in quanto si prospetta una divisione al suo interno con la presentazione di una lista civica targata Roberto Buda, che tuttavia non riuscirebbe a riscuotere più del 9% dei consensi, e una lista formata da Forza Italia e Lega Nord che si attesta al 19%. Altre liste civiche autonome o partiti si fermano al 3%. A questo punto al ballottaggio con la coalizione di centrosinistra si presenterebbe il MoVimento 5 Stelle. Ma la vera sorpresa sono i risultati che pervengono dalla sfida tra un eventuale candidato del PD e quello del M5S. Infatti, nel caso il candidato del MoVimento 5 Stelle fosse Alberto Papperini (così è stato tarato il sondaggio), il prossimo Sindaco di Cesenatico diventerebbe proprio il Consigliere pentastellato, distanziando di oltre 10 punti il proprio avversario politico di centro-sinistra.

Ricordiamo che ancora non è stata ufficializzata la candidatura di Papperini come prossimo candidato a Sindaco per il MoVimento 5 Stelle. Tuttavia questi dati, in linea anche con quelli nazionali, evidenziano il clima di forte cambiamento, che sempre più soffia a favore del Movimento 5 Stelle e che rispecchia il bisogno della cittadinanza e degli imprenditori dei tutto il territorio di Cesenatico: attenzione alle imprese di Cesenatico incentivando la produzione locale a Km0 per far lavorare le attività, gli artigiani ed tutto l’indotto agroalimentare locale; un’ospedale della costa con pediatria che sia almeno h12 e un’ortopedia con sala gessi; più sicurezza nei Quartieri e controlli da parte delle forze dell’ordine; un turismo “attivo” che incentivi le tradizioni, la storia e la cultura; sport e giovani per rilanciare l’economia; garantire manutenzioni efficienti e periodiche; servizi sociali e la scuola pubblica al primo posto. Insomma, ci aspetta una campagna elettorale lunga e impegnativa, che tuttavia parte già da buoni presupposti.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.