Stipendi raddoppiati alla cesenatico servizi ?

image_pdfimage_print

divieto - potature

 

I 40 dipendenti della Cesenatico servizi srl rischiano di essere lasciati a casa. Questo è ciò che potrebbe accadere se il bilancio della stessa partecipata non fosse risanato e ripulito dai crediti dubbi e dalle sovra stime derivati dalla scissione di Gesturist. L’obiettivo è recuperare 500 mila euro annui. Come? Arriveremo al punto, ma prima facciamo un passo indietro e cerchiamo di capire per quale motivo siamo giunti a questa situazione. Già a tre anni dalla sua nascita, la Cesenatico servizi srl ha “bruciato” 2 milioni e 600 mila euro.  Il 2013 si è chiuso con una perdita di esercizio di oltre 1.700.000 euro, che si sono sommati alla perdita riscontrata nel bilancio 2011 di 930.000 euro. Un deficit dovuto principalmente agli effetti derivanti dalla scissione dell’ex partecipata comunale Gesturist. Questa situazione difficilmente potrà essere sanata dalle casse ormai vuote del Comune.

Per tale motivo la dismissione di questa società potrebbe diventare obbligata, per tale motivo il rischio che i 40 dipendenti perdano il lavoro è reale. Una soluzione immediata per recuperare risorse e allo stesso tempo garantire i posti di lavoro è possibile. Dallo studio di comparazione tra gli stipendi dei 40 dipendenti della Cesenatico servizi e i loro pari livello comunali, risulta che in media i dipendenti della Cesenatico servizi percepiscono il 30%  in più rispetto ai dipendenti comunali di pari livello. Almeno 10 di loro percepiscono il doppio, con punte che toccano maggiorazioni fino al 124%.

Il caso più eclatante fa riferimento al responsabile dell’ufficio tecnico che percepisce 72 mila euro annui lordi a fronte di un suo pari livello comunale che ne percepisce 32 mila. Questa disparità è dovuta principalmente agli ad personam accordati da Gesturist Spa ad alcuni dipendenti, poi ereditati dalla Cesenatico servizi, e alla scelta (accordo con i sindacati) di adottare il contratto federambiente che ha retribuzioni base molto più alte  rispetto ad altri contratti pubblici.

Per consentire il salvataggio della Cesenatico servizi, la nostra proposta è di riaprire una trattativa sindacale con i suoi dipendenti, riportando gli stipendi ai valori dei pari livello comunale e, dove possibile, concordare prepensionamenti o ri-mansionamenti. La somma degli stipendi dei dipendenti della Cesenatico servizi ad oggi ammonta a 1.504.949 euro. Diversamente, nel caso venissero equiparati ai loro pari livello comunali l’ammontare totale scenderebbe notevolmente, con precisione a 978.644 euro. Il risparmio immediato sarebbe di oltre 500 mila euro annui. Questa manovra non risanerà la perdita di valore della società, ma è il solo percorso per fornire un equilibrio stabile al conto economico dell’azienda garantendo il posto di lavoro per gli attuali dipendenti e un adeguato efficientamento della stessa società.

 

 

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.