NO al gioco d’azzardo, SI a sport, arte, cultura e musica!

image_pdfimage_print

bingo

Vogliamo ritornare sulla questione BINGO di via Magellano nel Quartiere Ponente, considerato che a dicembre 2013 scadrà l’affitto dell’immobile di proprietà comunale, ad oggi gestito dalla soc. ACINQUE. Il MoVimento 5 Stelle presenterà una mozione durante il prossimo Consiglio sulla questione. Ma facciamo un passo indietro e ripercorriamo i fatti.

Il 6 novembre 2011 è scaduta la concessione per la gestione dell’immobile BINGO situato nel quartiere Ponente di Cesenatico. Attualmente tutta la struttura è di proprietà del Comune di Cesenatico. Durante il Consiglio comunale del 23 Dicembre 2011, l’Amministrazione Buda ha presentato una delibera con la quale è stata concessa una proroga di due anni alla soc. ACINQUE per la gestione della sala BINGO al costo di 25.000 euro all’anno, avente una superficie commerciale di mq.1.675 e un parcheggio di pertinenza (mq.1.922). Sul punto il MoVimento 5 Stelle ha già presentato un esposto all’autorità giudiziaria e alla corte dei conti perché non sono state rispettate le procedure che regolano la cessione di beni pubblici né tanto meno le verifiche della congruità del valore di locazione dell’immobile.

Recentemente il Consiglio comunale ha approvato la mozione, proposta dal gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle, che propone di arginare il problema socio-economico quale è il gioco d’azzardo. Il documento approvato impegna il Comune di Cesenatico ad aderire al “Manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”. I sostenitori, e quindi anche il Comune di Cesenatico, sono uniti dall’idea di portare avanti una proposta di riforma delle leggi sulla gestione di questo fenomeno ludo-patologico e di impegnarsi per arginare questo fenomeno anche a livello locale. Si evidenzia che, a seguito dell’impegno preso dal Consiglio comunale e considerato che la sala bingo è stata inserita in una zona destinata a verde pubblico attrezzato, a parco acquatico e ad area sportiva frequentata principalmente da ragazzi ed adolescenti, la collocazione dell’attività finalizzata a scommesse e gioco d’azzardo non sia corretta. Inoltre l’introduzione del gioco d’azzardo in una struttura comunale è una scelta negativa che produce cattivo esempio per la collettività.

All’interno dell’edificio in questione dovrebbero essere ripristinate attività ricreative per i giovani, iniziative culturali e artistiche. Ai giovani non servono sale “BINGO” ma spazi per la musica, il teatro, l’arte, lo sport e il sano divertimento. Pertanto con lo scopo di restituire la struttura alla sua destinazione e ad un utilizzo di natura culturale ed educativa, si chiede al Consiglio comunale di votare una mozione che impegni l’Amministrazione a non rinnovare l’affitto in scadenza e a destinare l’immobile per usi culturali, sportivi, artistici che favoriscano la formazione e la crescita dei ragazzi di Cesenatico.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.