Depuratore: liquami e odori molesti…

image_pdfimage_print

Durante il prossimo Consiglio comunale il MoVimento 5 Stelle presenterà una mozione per impegnare il Sindaco a convocare un’Assemblea pubblica aperta agli interventi dei Cittadini, nella quale venga relazionata la situazione attuale del depuratore e le prospettive relative al progetto di adeguamento e di ammodernamento proposto da HERA.

Da diversi anni i Cittadini di Cesenatico manifestano il loro disagio causato da cattivi odori derivanti dalla zona del depuratore e dai canali limitrofi. Per essere certi che il processo di depurazione funzioni correttamente, occorre si facciano controlli sia dei fanghi che delle acque riversate nel canale in maniera periodica, in momenti e zone diversificati ed effettivamente affidabili. Ad oggi la gestione del depuratore è affidata a Hera, la quale ha impegnato parte delle entrate derivati dalle nostre bollette (circa 8 milioni di euro) per eseguire lavori di adeguamento e di ammodernamento dell’impianto. Tuttavia, di tale progetto i Cittadini non sono stati informati, non conoscono le modalità per il miglioramento dell’impianto e non sono a conoscenza dei tempi per l’attuazione.

Un altro annoso problema è il versamento diretto delle acque fognarie non trattate durante piogge intense. Leggiamo direttamente le parole del Sindaco Buda dall’ordinanza dell’1 giugno 2011: “Il Comune di Cesenatico è dotato di impianto di depurazione per il trattamento delle acque reflue e dispone di una rete fognaria di tipo misto, e che tale rete in occasione di precipitazioni intense e di notevole durata, non può convogliare al depuratore tale massa d’acqua, pertanto, la parte eccedente viene smaltita tramite lo sfioratore di piena nella attigua fogna bianca che poi scarica nel canale Vena”. In parole povere si esplicita il fatto che durante forti piogge il refluo fognario finisce direttamente a mare senza essere trattato. Lo stesso meccanismo di smaltimento tramite lo sfioratore viene posto in essere anche nei mesi in cui il Comune è più densamente popolato.

Il cattivo funzionamento del depuratore può causare ingenti danni alla salute dei cittadini, all’ambiente e mettere in crisi la nostra economia turistica, per questo motivo un’Amministrazione comunale deve in ogni caso controllare l’attività, conoscere tutti i dati sulle acque e pubblicarli in maniera chiara e trasparente. Uno dei doveri prioritari di un Sindaco è prestare attenzione alla salute, all’ambiente, all’economia turistica e, per fugare ogni dubbio, deve informare i cittadini sulla situazione in cui staziona attualmente il depuratore e le prospettive relative al progetto di adeguamento dello stesso.

Per i motivi sopracitati, il MoVimento 5 Stelle chiede al Sindaco di convocare un’Assemblea pubblica aperta agli interventi dei Cittadini, nella quale venga relazionata la situazione attuale del depuratore e le prospettive relative al progetto di adeguamento e di ammodernamento dello stesso proposto da HERA.

Comments Closed

I commenti non sono abilitati.