Alcune considerazioni sul RUE

image_pdfimage_print

rue

Martedi 28 Luglio verrà presentato il nuovo Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE), durante la Commissione pianificazione del territorio e ambiente. Ci aspettiamo molto da questo strumento che dovrà diventare il punto di riferimento per la riqualificazione di Cesenatico nei prossimi quindici anni.

Il RUE – interviene il Geometra Marziano Savini, responsabile settore urbanistica M5Sè uno strumento fondamentale per la prossima pianificazione urbanistica della città nel suo insieme. Il regolamento stabilisce la disciplina degli interventi diretti, negli ambiti urbanizzati e nel territorio rurale; stabilisce i relativi indici e parametri urbanistici ed edilizi; insomma ci dice dove e come possiamo intervenire sui nostri immobili. Per tutto questo il RUE è atteso. Confidiamo che al più presto veda la luce, e che sia valsa la pena di attendere così a lungo per la sua adozione affinché la cittadinanza possa finalmente contare su di un unico regolamento adeguato e moderno fatto di norme chiare e comprensibili a mettere in pratica, che servano da stimolo, come per il caso delle strutture ricettive, favorendo ai singoli interventi piani di riqualificazione aziendali comuni per strutture limitrofe. Ci auspichiamo che si prenda atto delle disposizioni regionali promuovendo la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente stabilendo incentivi volumetrici e altre forme di premialità in virtù di una miglior efficientamento energetico e utilizzo di fonti rinnovabili. L’obiettivo deve essere preservare il territorio rurale all’interno di un contesto urbanistico che preveda una pianificazione a “crescita zero” e cioè che i futuri piani (PSC e POC) non contengano previsioni di crescita degli insediamenti e che si punti a riqualificare l’esistente e mantenere intatto il nostro territorio agricolo”.

Interviene anche il Consigliere Alberto Papperini: “qualcuno, in malafede, parla già di un RUE copia-incolla dei vecchi regolamenti e piani urbanistici, in modo da consentire, a chi ne muove le fila, di negoziare un certo “consenso elettorale”. Speriamo vivamente che non si vada in questa direzione, perchè sarebbe lesivo nei confronti di tutti quei cittadini residenti, gli imprenditori, attività produttive e turistiche che stanno aspettando ormai da anni uno strumento a cui possa dare la capacità di riqualificare e rimodernare i propri immobili.”

Marziano Savini

candidati_2011_marziano

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.