Ancora sulla Saffi

image_pdfimage_print

sismica3

Nel prossimo Consiglio comunale straordinario sulla scuola Saffi e colonia Erminia, il Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Alberto Papperini, presenterà una mozione per impegnare il Sindaco a convocare la commissione pubblica “controllo e garanzia” con l’obiettivo di indicate le scelte più opportune affinché siano rispettate le leggi e si possa organizzare la ripresa dell’attività didattica in sicurezza. Parteciperanno anche tecnici esperti in materia e rappresentanti dei genitori con diritto di intervento. L’Amministrazione comunale ha deciso il trasferimento della scuola “SAFFI”, sostenendo l’inadeguatezza e l’insicurezza della struttura alla normativa sismica vigente. Conseguentemente ha collocato gli alunni nella colonia di Trento “Erminia”, ritenendola conforme ed in grado di soddisfare le esigenze didattiche. La scelta dell’Amministrazione è apparsa molto discutibile e opaca, poiché non sono mai stati forniti i dati tecnici che certificano la conformità dell’edificio, per ospitare una scuola, alla legislazione vigente. Le notizie stampa apparse recentemente riguardanti l’inadeguatezza della colonia Erminia ad ospitare la scuola elementare, certificherebbero un comportamento superficiale e scorretto che qualifica negativamente questa Amministrazione. Diventa quindi necessaria una conoscenza esatta delle condizioni statiche e sismiche degli edifici scolastici poiché la sicurezza degli alunni è prioritaria ed occorre destinare le risorse necessarie. nel merito è grave constatare che né la precedente giunta di centro-sinistra, né l’attuale di centro destra, abbiano attivato le procedure previste dalle leggi vigenti a partire dal 2003, e non abbiano richiesto i fondi regionali previsti per le indagini di sicurezza sismica.

Allo scopo di avere un’esatta informazione della condizione degli edifici scolastici, compresa la situazione Saffi-Erminia, poter organizzare correttamente e serenamente il prossimo anno scolastico, eliminare qualsiasi dubbio sulla sicurezza delle scuole e fornire tutte le informazioni alla cittadinanza, senza nascondere nulla, chiederò che il Consiglio Comunale impegni il Sindaco:

  • ad attivarsi, in collaborazione con il Presidente (Alberto Papperini) e i commissari della IV Commissione consiliare in sede di controllo e garanzia, per coordinare la convocazione, entro 10 giorni dall’approvazione della presente, un’audizione pubblica con la partecipazione di esperti in materia e la presenza di rappresentanti dei genitori con diritto di intervento;

  • in tale sede dovranno essere indicate le scelte più opportune da sottoporre all’approvazione della Giunta e del Consiglio Comunale affinché siano rispettate le leggi in vigore e si possa organizzare la ripresa dell’attività didattica nel modo più razionale.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.