Atlantica-Bingo… a correr sul bagnato si rischia di scivolare!

image_pdfimage_print

Il parco acquatico Atlantica è ritenuto utile e interessante da molti operatori e dalla maggior parte dei cittadini per cui non si comprende perché dovrebbe essere demolito per far posto a dei condomini, tanto più che la sua costruzione è costata diversi milioni di euro. Attualmente la proprietà dell’intero comparto è di proprietà Comunale, infatti in applicazione della convenzione del 6-11-1986 (art.9) l’intero comparto, gli immobili e le attrezzature diventano di proprietà comunale alla sua scadenza (6 novembre 2011), senza corresponsione di indennizzo alcuno. Sulla stampa si leggono continuamente articoli sulle pretese avanzate dalle Società di Battistini Andrea, che tuttavia non trovano riscontro e legittimazione in alcun atto pubblico. Considerate queste premesse, le pretese avanzate da Battistini ci sembrano inconsistenti e prive di effetti giuridici.

Alcuni atti pubblici compiuti prima dal Sindaco Panzavolta e recentemente dal Sindaco Buda lasciano sconcertati e stimolano parecchie domande. Il Sindaco Panzavolta in data 12 maggio 2011 a pochi giorni dalle elezioni e senza il mandato né della Giunta né del Consiglio, ha firmato un accordo con la soc. ACINQUE di Battistini Andrea e con la Soc. Battistini Andrea Srl, con cui promette (art 4): “[…] sarà riconosciuta alla Società, in aggiunta alla superficie oggetto di delocalizzazione, pari a 2800 mq. di superficie utile in proprietà, un’ulteriore capacità edificatoria turistico ricettiva pari a 1500 mq”. In sostanza gli viene promessa un’ulteriore capacità edificatoria. Domanda: perché un Sindaco si spinge a tanto nel favorire un privato? quanto vale in termini economici questa concessione e cosa ci guadagnano i cittadini?

Il Sindaco Buda, per non essere da meno rispetto Panzavolta, ha tenuto un comportamento analogo e incomprensibile che getta ombre inquietanti: perché non ha applicato, come era suo dovere, quanto previsto in convenzione e non ha preteso la restituzione degli immobili? Perché ha prorogato a titolo gratuito la concessione fino al 31-12-2011. Perché durante il Consiglio di dicembre (delibera del 23-12) ha concesso per due anni alla soc. ACINQUE di Battistini Andrea l’uso dell’immobile di mq. 1.675 (attualmente ove egli esercita il BINGO) più il parcheggio interno di mq. 1.922 ad un canone di soli 25 mila euro annui? Perché ha impoverito una struttura unitaria togliendo la parte commercialmente rilevante e creando i presupposti per rendere deserta la procedura per la concessione di Atlantica con evidenza pubblica? E’ stata una manovra voluta e studiata o è stato solamente un errore di inesperienza? Chi ci guadagna in queste operazioni?

Le scelte errate prodotte da questa Amministrazione vengono tutte al pettine. Il Movimento 5 Stelle in una precedente interpellanza e durante i dibattiti consiliari aveva indicato le soluzioni legali per mantenere aperte le strutture e valorizzare il patrimonio pubblico, ma siamo stati inascoltati e si vedono i risultati. In questa vicenda, ancora una volta, il patrimonio pubblico viene gestito malamente con un forte danno per la collettività.

A nostro parere la vicenda è intrisa di atti poco chiari e di dubbia legittimità. Aspettiamo che il Sindaco dimostri il suo attaccamento istituzionale e sappia difendere gli interessi pubblici. Come abbiamo dimostrato in altre vicende il Movimento 5 Stelle farà fino in fondo il suo dovere di controllo sugli atti amministrativi.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.