“La Santa Alleanza”

image_pdfimage_print

Buda Martinetti - presentazione Nomadi

La “Santa Alleanza” R.Buda – T.Martinetti starebbe per prendere forma. Tali supposizioni vengono rafforzate da tutta una serie di atti deliberati durante questa legislatura di centrodestra. La Giunta Buda ha attuato tutta una serie di scelte politiche riguardanti argomenti come la gestione dei contratti (con relativi contenziosi), affidamenti derivanti dalla scissione Gesturist e la concessione di deroghe a costruire a quest’ultima. Siamo venuti a conoscenza, sia dagli atti amministrativi che dalla stampa, di modifiche di accordi, affidamenti e deroghe ed altre operazioni che citiamo:

  • la gestione del bagno Marconi dove insisteva un contenzioso con la Cesenatico servizi (azienda servizi municipalizzata), società nata dalla scissione di Gesturist;

  • il nuovo bando di affidamento del servizio di prenotazioni alberghiere, ennesima contropartita nell’affare Gesturist. Ricordiamo ai cittadini che la gestione di tale servizio, unitamente ad altri, comportarono per le casse comunali il mancato incasso di oltre due milioni di Euro;

  • l’affidamento diretto del parco acquatico Atlantica alla società Eurogest con l’implementazione del polo della notte;

  • la concessione in deroga a costruire nuova volumetria (quale è l’interesse pubblico?) al campeggio pineta mare Zadina, dependance del Camping Cesenatico, di proprietà della società Gesturist;

  • contributi e/ o sponsorizzazioni di tutta una serie di eventi (uno su tutti i Nomadi a Cesenatico);

  • Contributo di 40 mila euro della Gesturist per pubblicizzare Cesenatico con spot televisivi;

La scissione di Gesturist e i fatti che raccontiamo costituiscono pezzi di un unico “palinsesto”? Cosa ancora ci aspetta ancora?

Vorremmo ricordare che in relazione all’operazione di scissione la stampa ha informato di 15 avvisi di garanzia notificati a importanti attori della Gesturist e all’allora Sindaco Panzavolta. Di conseguenza ci interroghiamo sulle ragioni dell’attivismo caotico del Sindaco Buda sul fronte Gesturist, che fa supporre grande frequentazione con i soggetti allora coinvolti nell’operazione, oggetto peraltro di un suo esposto in sede penale alla Procura della Repubblica presentato due anni dopo a quello di chi scrive. A che cosa sta mirando il Sindaco con le sue frequentazioni? Le scelte sui fatti raccontati sono solamente scelte di natura amministrativa o nascondono un disegno più articolato sul piano politico, ad oggi opaco, ma forse veramente cinico e spregiudicato?

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.