Parlamento Pulito 2011

image_pdfimage_print


Lanciato dal blog di Beppe Grillo l’evento “Parlamento Pulito 2011” ci troveremo sabato 10 settembre 2011 davanti al palazzo di Montecitorio per chiedere che venga messa in discussione la legge di iniziativa popolare per la quale furono raccolte 350.000 firme l’8 settembre 2008.

I ragazzi del Movimento 5 stelle di Cesena e Cesenatico, la Lista Civica “Destinazione Forlì” e “Fatti Sentire” di Faenza insieme ai ragazzi dei rispettivi meetup parteciperanno all’evento, organizzando per quel giorno dei pullman con destinazione Roma.

I pullman partiranno da Forlì (luogo da destinarsi) e da Cesena (dal parcheggio dell’ippodromo sulle 4:30/5:00) nella mattinata di sabato con ritorno in tarda serata. Il costo del viaggio si aggirerà attorno ai 25/30 euro a persona.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
- STEFANO 334 233 59 21
- IMERIO (M5S Cesenatico) 338 336 54 44

L’8 settembre 2007, il Vaffanculo Day promosso dal blog di Beppe Grillo, fu un’occasione irripetibile per firmare a favore di una storica legge di iniziativa popolare basata su 3 punti:

NO AI PARLAMENTARI CONDANNATI No ai parlamentari condannati in Parlamento – Nessun cittadino italiano può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale
DUE LEGISLATURE
No ai parlamentari di professione da venti e trent’anni in Parlamento – Nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature. La regola è valida retroattivamente
ELEZIONE DIRETTA
No ai parlamentari scelti dai segretari di partito – I candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta

In tutta Italia furono raccolte 332.225 firme, con i banchetti presi d’assalto dai cittadini e moduli esauriti in pochissimo tempo.

Dove sono finite queste firme?

Depositate in Senato pochi mesi dopo, giacciono da oltre 4 anni nelle segrete stanze del Parlamento senza che sia mai stata messa in discussione la legge di iniziativa popolare. In questi giorni nei quali si parla tanto di riforma della legge elettorale, i promotori della raccolta firme hanno deciso che è ora di andare a chiedere conto di quelle firme.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.