A “credito” donato non si guarda in bocca

image_pdfimage_print

Il Movimento 5 Stelle di Cesenatico continua e approfondisce lo studio sulla questione “scissione Gesturist” e dalle carte emergono novità importanti su cui fare chiarezza. I fatti sono questi. Cesenatico Servizi srl”, società figlia della “Gesturist spa”, ha avuto in eredità circa 3 milioni di crediti. I crediti devono essere riscossi dal Comune che, pare, non li riconosca. Se ciò fosse vero la “Cesenatico Servizi srl” di conseguenza dovrebbe accollarsi l’onere.

L’odissea di questi crediti è davvero singolare. Essi derivano da lavori effettuati nel corso dei diversi anni da “Gesturist”. Pare che i 3 milioni di crediti non abbiano riscontri accertati ed è proprio questa la causa del diverbio tra la società figlia comunale e la società madre “Gesturist spa”. Se non sono compresi negli appalti di servizio, con quali ordini di servizio e con quali impegni di spesa sono stati richiesti tali lavori? E’ noto che un Ente Pubblico non può far eseguire lavori che non abbiano una motivazione ed una copertura economica. Quindi un credito del genere come può giustificarsi? C’è da chiedersi come la “Cesenatico Servizi srl” (e quindi il Comune) possa accettare una condizione simile. In che modo la Società e il Comune intendono tutelare l’interesse pubblico ed i cittadini?

Il Sindaco Buda in questa vicenda appare molto opaco. Dopo 9 mesi di governo non ha ancora chiarito nulla. Non si sa quali siano i reali debiti del Comune, quali siano da considerarsi “fuori bilancio” e quali siano gli uffici responsabili. Il Sindaco ha sempre risposto in modo evasivo alle nostre interpellanze sull’argomento e, fatto estremamente grave, non ci ha ancora fornito gli atti riguardanti la contabilizzazione dei lavori eseguiti da “Gesturist” coi relativi pagamenti, come da noi richiesto ufficialmente per ben tre volte: nel mese di luglio, di nuovo a ottobre e per la terza volta con un’interpellanza nel Consiglio di Dicembre.

I nodi vengono al pettine! Il Comune di Cesenatico e la “Cesenatico Servizi srl” devono approvare i bilanci per cui non possono più nascondere nulla e la verità deve emergere. Se fosse vero che il Comune alla fine dovrà pagare 3 milioni di euro, quali sarebbero le conseguenze per la nostra città? Vi sarà ancora un aumento delle tasse? E’ tempo che il Sindaco Buda diventi operativo, difenda il bene pubblico e ci dia delle risposte chiare e non in politichese.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.