Tavolo di lavoro Cervia-Cesenatico-Bellaria per l’ospedale di costa

image_pdfimage_print

ospedale_marconi[1]

La strada è spianata verso l’ospedale della costa Cervia-Cesenatico-Bellaria. Novità importanti arrivano dalla politica locale che accantona i campanilismi a favore di una gestione associata di alcuni servizi, che identificano le medesime esigenze di comuni sulla costa quali Cesenatico, Cervia e Bellaria.

Il primo passo importante è stato fatto dal Consiglio comunale di Cervia, approvando la proposta di modifica della legge regionale che limitava la gestione dei servizi al solo territorio provinciale. In questo modo Cervia verrebbe inserita all’interno dell’Unione Rubicone-mare e la prospettiva di un ospedale della costa, integrando anche Bellaria, troverebbe la strada spianata. Non servono ingenti risorse, considerato che l’edificio ideale, strategico e già esistente è l’attuale ospedale Marconi di Cesenatico (ad oggi trasformato in una sorta di poliambulatorio). In tal senso, il MoVimento 5 Stelle Regionale, nella persona del Consigliere Andrea Bertani, si è già mosso presentando un’interrogazione con l’obiettivo di sollecitare la Regione nel rivedere i confini provinciali per la gestione associata di servizi.

Proponiamo di aprire un tavolo di lavoro, assieme al nuovo Direttore Generale AUSL Romagna M.Tonini, con il Comune di Cervia, Cesenatico e Bellaria, che affronti la questione dell’ospedale della costa. I criteri sacrosanti per ottenere una struttura unica in loco prendono in considerazione sia l’agglomerato urbano, sia una sostanziale maggiorazione di utenza nella stagione turistica. Paradossale ci appare infatti che una zona turistica come questa non abbia un struttura importante. Probabilmente siamo di fronte all’unica occasione per ottenere un polo sanitario importante, moderno e d’eccellenza che potrebbe diventare un punto di riferimento per ampia parte della costa e dell’entroterra.

Il tempo sta per scadere e se vogliamo incidere e garantire un servizio sanitario efficiente sulla costa dobbiamo farci sentire ora, altrimenti potrebbe essere troppo tardi. Chiediamo al sindaco di Cervia, Cesenatico, Bellaria e a tutti i partiti di unirsi per portare avanti una proposta condivisa.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.