Senti che puzza 2… Negata visita al depuratore!!

image_pdfimage_print

depuratore_cesenatico

Il Sindaco Buda nega al Consigliere Papperini l’ispezione dell’impianto depurativo di Cesenatico. Con nota scritta e riportata dalla segreteria, è stata negata la possibilità di visitare il nuovo progetto di adeguamento del depuratore al Consigliere del MoVimento 5 Stelle e al  tecnico nominato, l’Ingegnere e progettista idraulico Lino Rossi. Queste le parole di Buda: “Solamente alla chiusura del cantiere, e quindi al termine dei lavori, verrà organizzata dall’Amministrazione una “visita guidata” con tutti i gruppi consiliari”. Un atteggiamento omertoso che non lascia presagire nulla di buono. La questione legata agli odori fetidi del depuratore, che ormai si protrae da anni, sta allarmando l’opinione pubblica, in particolare per le conseguenze di carattere ambientale, di salute pubblica e ripercussioni nei confronti dell’economia turistica. Le ipotesi più accreditare sono che l’impianto depurativo sia sottodimensionato e non riesca a trattare la maggior parte dei fanghi, che nei mesi più densamente popolati giungono al suo interno, causando una scolmatura diretta nei canali limitrofi e quindi in mare. I lavori di adeguamento che oggi Hera sta ultimando con oltre 7 milioni di euro, pagati dalle nostre bollette, sembrerebbero non essere sufficienti per sopperire alle carenze riscontrate e palesemente evidenti. Alla promessa di avere degli “alberi profumati” che limitino gli odori, di certo non crede nessuno (parole di Buda e direzione Hera in un’intervista sulla stampa locale di qualche settimana fa). Per tale motivo avevamo richiesto di poter visionare il cantiere con l’ingegnere idraulico e progettista Lino Rossi, al fine di fare chiarezza sulla gestione dei lavori di adeguamento e conseguentemente informare l’opinione pubblica. Stupisce anche la presa di posizione del Partito Democratico, intervenuto nella stampa sulla vicenda. Il capogruppo Matteo Gozzoli ha espresso tutta la sua preoccupazione per lo stato in cui versano i lavori di Hera. Dichiarazioni del tutto inopportune, considerato che il progetto di Hera (a direzione PD) è il medesimo che a suo tempo era stato presentato alla precedente Giunta di centro-sinistra (sempre targata PD) che lo aveva descritto con enfasi e fierezza. Già nel 2013 il Movimento 5 Stelle aveva organizzato una pubblica assemblea proprio per affrontare questo scottante argomento, rimarcando le criticità del progetto e proponendo le opportune modifiche correttive atte a risolvere quei problemi che ora ritornano attuali: cattivi odori e scarichi a mare diretti. Relatore della serata era stato l’Ing. idraulico Lino Rossi, progettista di impianti in diverse parti del mondo per oltre trent’anni. Di questi suggerimenti e consigli autorevoli non se ne è certo tenuto conto ed ora ci si ritrova con un impianto quasi terminato che probabilmente non risolverà affatto i problemi.

Danilo Ceccaroni, responsabile ambiente M5S Cesenatico

danilo ceccaroni2

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.