Tagliare l’IMU alle attività produttive… si può fare!

image_pdfimage_print

imu

Giovedi 6 Giugno dalle 19.30 in Consiglio comunale verrà presentata la previsione di Bilancio 2013 e per l’occasione il MoVimento 5 Stelle proporrà di abbassare del 50% l’IMU per le attività produttive e imprese locali.

Il gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle vuole dare il proprio contributo al bilancio di previsione 2013 e di conseguenza presenterà numerosi emendamenti per chiedere al Consiglio comunale modifiche e integrazioni sostanziali. In particolare proporremo la riduzione IMU per le attività produttive.

Dove trovare i fondi per coprire la riduzione IMU?
- Rimanendo coerenti con la nostra battaglia agli sprechi, proporremo di tagliare dei due terzi le spese per consulenze (comprese gli incarichi stimati all’interno della Cesenatico servizi), recuperando 200 mila euro.

- La spesa per i Trasferimenti, cioè quella spesa di cui il Comune può farne uso discrezionale, equivale a 2,6 milioni di euro circa. All’interno di questa cifra, oltre a servizi di fondamentale importanza quali l’assistenza sociale e scolastica che non devono essere toccati, si annidano buona parte delle “spese allegre”. Per questo motivo proporremo di tagliare del 15% la spesa per i Trasferimenti.

- La Cesenatico servizi srl avrà a disposizione 5 milioni di euro circa per le manutenzioni ordinarie, stessa cifra annua che era dovuta alla Gesturist prima della scissione. Il MoVimento 5 Stelle propone di tagliare del 20% la spesa del Comune per la Cesenatico servizi, invitando l’Amministrazione a risparmiare, aumentando la qualità e l’efficienza dei servizi di manutenzione.

La cifra recuperata di 1 milione e 850 mila euro, proponiamo di impiegarla per diminuire la pressione fiscale, in particolare per gli esercizi commerciali, negozi, ricettivo-turistici e imprese locali. Così facendo, l’indice previsto del 10 per mille scenderebbe al 5, abbassando la pressione fiscale IMU del 50% per queste categorie fortemente tassate e penalizzate. Per concludere vorremmo invitare l’Amministrazione a prendere in seria considerazione la nostra proposta maturate anche grazie alla collaborazione e le osservazioni delle categorie economiche del territorio partecipi all’ultima Commissione “attività produttive e turismo”.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.