La mobilità di Cesenatico…

image_pdfimage_print

La Giunta ha recentemente deliberato il bando per la concessione della Piazza Del Monte allo scopo di costruirvi un parcheggio interrato. Inoltre l’Amministrazione ha già espresso l’orientamento di realizzare parcheggi interrati in diverse piazze del territorio, quali Largo S. Giacomo, P.za Marconi e P.za Michelangelo. Com’è abitudine consolidata di questa Giunta, la decisione è stata presa senza la minima consultazione né dei Quartieri, nè dei cittadini, né tanto meno del Consiglio Comunale.

Ascoltando le dichiarazioni del Sindaco sembrerebbe che l’aumento di alcuni posti macchina in zona turistica rappresenti un grande elemento di qualificazione e di rilancio economico. Questo approccio per lo sviluppo del nostro sistema turistico ci pare superficiale. Il Sindaco esprime un dilettantismo imbarazzante affermando che i parcheggi in centro e vicino al mare sono un valore aggiunto per Cesenatico. Una politica che punta all’ingolfamento da auto e all’abbattimento di piante per fare più parcheggi nel centro e nella zona mare è una politica vecchia, da anni ’60.

Il MoVimento 5 Stelle propone un diverso modo di vedere la mobilità. Il problema non è la gestione del traffico di automobili in continuo aumento, ma diversamente sorge l’esigenza di ripensare alla mobilità per Cesenatico. La nostra proposta è di creare parcheggi scambio totalmente autofinanziati da coperture a pannelli fotovoltaici, come ad oggi avviene a Cattolica. In questa maniera Cattolica ha risolto i problemi dei parcheggi, dirottando le auto di alberghi e turisti in una zona ben precisa alle porte della città, integrando il tutto con un servizio navetta. Questo significherebbe liberare suolo pubblico e privato dalle auto. Dobbiamo guardare allo sviluppo della mobilità nel nostro Comune per i prossimi anni e le parole d’ordine devono essere: piste ciclo-pedonali e parcheggi scambio con servizi navetta.

La cosa che ci lascia più perplessi è che nel programma elettorale dell’attuale Amministrazione sono presenti gli stessi spunti di mobilità che noi proponiamo. Nel programma dell’Amministrazione possiamo leggere: “potenziare l’uso delle navette […] eliminare i parcheggi a pagamento in certe zone della città” – e ancora – “istituire, nel periodo estivo, un servizio di navette dai grandi parcheggi, per favorire l’accesso alla spiaggia e decongestionare il lungomare dai veicoli”.

Il MoVimento 5 Stelle chiede che l’Amministrazione sia più democratica, incentivi il confronto e il dialogo con i Quartieri e cittadini. Le proposte devono essere preventivamente discusse con la città. Amministrare non significa imporre il proprio volere per 5 anni, ma diversamente significa essere i “portavoce” del volere dei cittadini, confrontarsi e discutere seguendo logiche di Democrazia Partecipativa.


Il “parcheggio scambio” di Cattolica visto da satellite

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.