Il superconsulente di Cesenatico Servizi

image_pdfimage_print

soldi 2

Il CDA della Cesenatico servizi incarica un “super consulente” esterno da 40 euro l’ora per l’area amministrative e per la gestione del personale. Il MoVimento 5 Stelle svela il retroscena dell’incarico di consulenza che per mesi è stato lasciato nel silenzio più totale, le quali specifiche non risultano in nessun atto pubblico.

Con atto interno del CDA della Cesenatico servizi datato il 18 gennaio, viene proposto un rapporto di consulenza con il Dott. Berardi per i mesi che vanno da gennaio a settembre 2013. L’incarico riguarda sia l’area Amministrativa (analisi, studio e ricognizione delle attività e degli interventi oggetto dei contratti a favore di Cesenatico Servizi e creazione del relativo sistema di controllo dei costi); sia l’area organizzativa (ri-progettazione dei flussi informativi, delle procedure, dei work flow e delle competenze del sistema organizzativo nel suo complesso anche mediante interviste da realizzare direttamente ai dipendenti. Proposta riorganizzazione e nuovo mansionario). Queste informazioni sono state approfondite partendo dal verbale del CDA della Cesenatico servizi del 18 gennaio 2013, in cui si deliberava di dare mandato al presidente Baldisserri di stipulare l’accordo di consulenza.

Né il Consiglio comunale, né tanto meno l’opinione pubblica è stata informata di questo incarico di rilievo per la gestione della municipalizzata. La questione ci spinge a porre tutta una serie di domande: quanto graverà alla collettività in termini economici questo incarico esterno? Per quale motivo è stato nominato un consulente esterno per l’area amministrativa e per la gestione del personale quando la società è già provvista di dipendenti che svolgono tali ruoli, tra i quali vi sono alcuni che percepiscono stipendi che sfiorano i 100 mila euro annui?

Per concludere vorremmo porre un invito al Sindaco Buda. Come abbiamo sempre sostenuto, le manutenzioni e i servizi erogati dalla Cesenatico servizi devono rimanere al 100% comunali e pubblici per sostenere il lavoro delle famiglie di Cesenatico, per garantire un controllo sulle spese, sull’efficienza, la quantità e qualità dei servizi. Tuttavia, in caso i costi sostenuti non fossero adeguati all’efficienza si dovrà intervenire in maniera decisa sui carichi di lavoro, tagliare alcuni stipendi faraonici e compensi ad personam, eliminando inoltre questi incarichi incomprensibili da 40 euro l’ora che portano ad aumentare lo spreco di risorse pubbliche.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.