Leonardo si sta rivoltando nella tomba!

image_pdfimage_print

Come tutti sanno, le porte vinciane non hanno funzionano per parecchi anni gravando sui contribuenti sia per il costo (10 milioni di euro circa) che per le manutenzioni annuali. Nel 2010 finalmente l’amministrazione è riuscita ad attivare la struttura riscontrando serie difficoltà tecniche e meccaniche. Il problema maggiore è stata la sedimentazione di sabbia nel fondale che ha impedito il movimento desiderato di apertura e chiusura. Anni fa, quando hanno progettato il sistema di protezione del centro storico (condito con tutte le magnificenze e i superlativi del caso: genio leonardesco, innovativo, super tecnologico, ecc…) non si sono accorti che da noi c’è la sabbia?

Nelle ultime settimane il Sindaco Panzavolta e l’assessore Rocchi hanno dichiarato sulla stampa la loro soddisfazione per il buon funzionamento del progetto. Ma le porte vinciane funzionano davvero? In che modo l’amministrazione comunale ha risolto i problemi riscontrati?

Alcuni ragazzi del MoVimento 5 Stelle di Cesenatico sono andati a vedere se le dichiarazione del Sindaco e dell’assessore ai lavori pubblici sono state veritiere o meno e come l’amministrazione ha sopperito al problema della sedimentazione di sabbia nel fondale. Con grande stupore i ragazzi si sono trovati di fronte ad uno spettacolo pietoso, che mai si sarebbero immaginati. Per la riapertura sono stati utilizzate due ruspe con l’ausilio di tiranti legati alle porte, per di più senza la minima considerazione dell’incolumità dei cittadini che stavano assistendo nei pressi del canale affianco alle porte. Il sistema dovrebbe funzionare in pochi minuti. Capite quindi che, se per chiudere e aprire occorrono corde, trattori, ruspe e ore di tempo, il sistema non funziona. Questa è stata la soluzione che l’amministrazione ha trovato per risolvere il problema? Il Sindaco e l’assessore Rocchi non avevano dichiarato la funzionalità del sistema?

Le risposte sono sotto gli occhi di tutti: il sistema idraulico di riapertura non funziona; sono stati sprecati 10 milioni di euro circa per un progetto che non risponde alle funzionalità richieste; ma soprattutto il Sindaco e l’assessore dovranno rivedere le loro dichiarazioni rilasciate alla stampa riguardo il funzionamento delle porte vinciane.

Comments Closed

3 Commenti a “Leonardo si sta rivoltando nella tomba!”

  1. Lucio 13 febbraio 2011 at 12:32 #

    è arrivato il circo in città! Che tristezza… :-(

  2. marco 14 febbraio 2011 at 12:15 #

    …in effetti mi chiedevo da tempo se quelle porte funzionassero o meno
    specialmodo nelle passate occasioni in cui il mare si è alzato di livello.
    Ora è tutto più chiaro…
    cioè che non funzionano.

    Daltronde lo stesso Leonardo approntò vari progetti per evitare l’insabbiamento della bocca del porto… per cui il problema sabbia c’era anche allora!

    Mi chiedo, da ignorante in materia quale sono..
    ma non si potevano prevedere delle parti basculanti sul basso della porta vinciana in modo che quando questa si sarebbe chiusa la parte basculante si sarebbe piegata ed adattata al fondale (mi sarò spiegato)
    P.S. scrivo sempre troppo! :-)

  3. marco 15 febbraio 2011 at 12:44 #

    Io non so se allora, al momento di approvare i lavori di costruzione delle porte, si fosse levata qualche voce contraria motivata…
    però ora alla luce dei fatti (non funzionano!) al di là di evidenziare i soldi pubblici buttati
    c’è anche una proposta su come recuperare le porte, se proseguire il loro mantenimento, se pensare di smantellare il tutto (!!??)…oppure??