Dopo l’abusivismo commerciale si passa allo spaccio

image_pdfimage_print

spaccio_droga6

Dopo l’abusivismo commerciale si passa allo spaccio. Nei giorni scorsi sono pervenute segnalazioni ai Carabinieri di Cesenatico riguardo movimenti sospetti e spaccio di droga tra alcuni dei profughi ospitati nell’hotel Splendid di Ponente e ragazzi/turisti. La situazione di stallo in cui versa il trasferimento dei 77 profughi presso l’hotel Splendid sta portando a riscontri di illegalità con gravissime conseguenze nei confronti della collettività. E’ giunto il momento di valutare una diversa collocazione per i i profughi, maggiormente adeguata dell’attuale in termini di sicurezza, impatto economico, turistico e sociale, anche considerati gli ultimi gravissimi eventi di illegalità. Chiedo un incontro con la CAD, la Prefettura, l’Amministrazione al più presto, per conoscere nel dettaglio le criticità e lavorare assieme per risolvere la situazione. Ripercorriamo passo dopo passo la vicenda. L’appalto indetto dalla Prefettura di Forlì-Cesena durante l’estate del 2014 è stato aggiudicato alla cooperativa sociale CAD onlus con sede a Forlì. Inizialmente la struttura di accoglienza è stata individuata nell’hotel Sintini a Cesenatico in zona Levante-Boschetto, ma dopo pochi mesi i profughi sono stati traslocati in diversa struttura a causa di alcune mancanze strutturali e di servizio. Il nuovo edificio è stato individuato a Ponente di Cesenatico, presso l’hotel Splendid sito in pieno centro turistico a 50 metri dal mare. Il numero dei profughi è aumentato fino a 77 e la loro permanenza è stata prorogata sino al termine del 2015, con clausola di prolungamento sino al termine del 2016. Durante l’attuale stagione estiva sono stati accertati atti di commercio abusivo compiuti da alcuni profughi ospitati nella struttura in oggetto. Cosa ancor più grave è successa ultimamente, quando sono stati segnalati ai Carabinieri di Cesenatico movimenti sospetti tra alcuni profughi e ragazzi/turisti nei pressi dell’Hotel Splendid, che portano a supporre a traffici illeciti. Per il bene della cittadinanza e del nostro turismo bisogna risolvere la questione. Non è opportuno mantenere la situazione in essere, considerato che già nella stagione attuale ha portato diversi momenti di criticità con l’utenza turistica, riscontrando in alcuni casi il trasferimento di tale clientela in altre città. Molte attività commerciali, economiche, turistiche, ricettive e residenze manifestano la loro difficoltà nel lavorare, vivere e rapportarsi in una condizione di instabilità, insicurezza, illegalità e degrado, accentuata dal trasferimento dei 77 profughi all’hotel Splendid.

abusivismo-commerciale-spiaggia-vu-cumpra-venditori1

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.