Tematica: 'Sport'
• Guarda le segnalazioni sulla Mappa
• Dì la tua sul tema, partecipa al Forum
• Approfondisci il tema sulla nostra Wikipedia

Vena e Centro cambiano volto – M5S presenta l’ANELLO WELLNESS.

image_pdfimage_print

anello wellness - vena mazzarini

Viene presentata l’idea progettuale del MoVimento 5 Stelle per riqualificare la Vena Mazzarini: prende forma “l’anello wellness”. La differenza tra una banale campagna elettorale e le proposte serie e di qualità sta, fondamentalmente, nel metodo. Il metodo del MoVimento è quello dello studio, dell’analisi, della condivisione di idee e della progettazione. Il MoVimento 5 Stelle di Cesenatico, in questi anni di costante attenzione al territorio e alla vita quotidiana che su di esso si sviluppa, ha svolto tra le altre cose l’analisi dell’intervento sulla Vena Mazzarini.
L’intervento sulla Vena Mazzarini, assieme al recupero dell’area ex-nuit rappresenta, per il MoVimento 5 stelle Cesenatico un’occasione imperdibile per eliminare il degrado urbano, alimentando il volano turistico ed economico di Cesenatico per i prossimi 15 anni. La Vena Mazzarini è un potenziale inespresso di collegamento per Cesenatico, il filo d’unione e di integrazione tra i punti caratteristici più importanti della città. Creare un ”anello wellness” che circondi la città la Vena da Via Anita Garibaldi, passando per Viale Roma e Viale Trento, proseguendo per Via Cesare Abba viale sino a Viale Torino dove, grazie alle piste ciclabili, si potranno raggiungere i giardini al mare e da qui ritornare in Via Anita Garibaldi. L’anello della Vena contribuisce ad ampliare e a mettere in rete i percorsi ciclabili in parte esistenti e in buona parte da realizzare, come nello studio già presentato ai cittadini dal movimento 5 stelle Cesenatico.

Il tratto di Vena Mazzarini già oggetto di intervento negli anni passati andrebbe rivisto esclusivamente in alcuni punti, come: il giardino di Via Bologna ricco di potenzialità ma tutt’ora fortemente limitato; l’area ex-delfini deve prevedere il ripristino in chiave moderna della vecchia gradinata con eventuale realizzazione di pedana in acqua da adibire a palco per piccoli spettacoli come recite, artisti di strada, piccoli eventi musicali; l’installazione di un sistema di movimentazione, ricircolo ed ossigenazione delle acque; lungo il bordo della vasca inoltre potrebbero essere allestiti chioschi per giovani, esposizioni artistiche, e comunque rassegne d’arte, musica, pittura, ecc. Di fatto in questo modo la vasca d’acqua tornerebbe ad avere quindi la sua funzione storica, ovvero quella di ospitare spettacoli. Necessario è intervenire sul ponte mobile, ad oggi inutile e con costi di gestione esagerati così come sarà rivisitato il ponte di Via Ferrara, ipotizzandolo in legno e dedicato al passaggio di pedoni e biciclette. Via Cesare Abba da Viale Trento a Viale Torino sarà oggetto di riqualificazione urbana, integrando piste ciclabili e intervenendo anche sulle aree verdi poco curate e sull’illuminazione.

La riqualificazione vuole e dovrà essere sviluppata come una visione globale della città e non un intervento limitato a se stesso, come troppo spesso accaduto nel passato. A livello di investimento le risorse dovranno essere trovate e messe a profitto nel migliore dei modi, coinvolgendo tutti gli enti (pubblici, imprenditori locali e attraverso risorse europee) che possono rientrare nella riqualificazione.

09_FATTORI

Giuliano Fattori– candidato assessore (turismo)

14_SERRA

Silvia Serra – candidata assessore (lavori pubblici)

Sport come educazione e non solo come turismo

image_pdfimage_print

sport_bambini-lettura

Il movimento 5 stelle di Cesenatico è pronto ad assumersi la responsabilità di amministrare questa città e si pone anche l’obbiettivo lungimirante di fissare le basi socio-economiche per le prossime generazioni. Uno dei temi su cui ci concentreremo sarà lo sport e su questo stiamo lavorando per presentare il “progetto educazione sportiva”. Il compito più importante dell’assessorato allo sport sarà la valorizzazione della pratica sportiva a favore di tutti i bambini e ragazzi, nessuno escluso. Pertanto, lavorando in accordo con l’assessorato alla scuola e alle politiche giovanili, sarà promosso ogni tipo di iniziativa volta alla pratica delle attività motorie ed alla tutela della salute fisica e psichica dei giovani

Siamo convinti che il corretto uso di questa ricetta sia la cura più efficace per educare e forgiare gli uomini a cui affidare l’arduo compito di gestire il futuro della nostra società. L’amministrazione comunale, coinvolgendo tutte le società sportive e tramite la creazione di una consulta dello sport, coordinerà la programmazione e la pianificazione territoriale dell’organizzazione sportiva. L’aspetto più importante sarà quello di indicare le linee guida che, attraverso la pratica sportiva, forniranno l’opportunità di trasmettere ai giovani una  cultura fatta di valori essenziali: lealtà, sacrificio, altruismo, amicizia, socializzazione, rispetto, divertimento, agonismo e competitività sportiva, saper vincere e imparare a saper perdere. Gli attori principali che dovranno concorrere a questi insegnamenti saranno i dirigenti sportivi, gli allenatori che dovranno essere formati, preparati e titolati per assolvere a questo difficilissimo compito ed infine i genitori. Il movimento 5 stelle fa propri i valori sopracitati perché li ritiene necessari per la vita civile in ogni ambito ed a qualsiasi età e ritiene che essi siano l’antidoto contro ogni disagio sociale: paramorfismi , droga, giochi d’azzardo, bullismo, violenza in genere e violenza sulle donne, uso improprio di internet ecc…

Cesenatico, una delle città più attrattive della nostra riviera e quindi ad alta vocazione turistica, è da molti anni conosciuta in ambito internazionale per manifestazioni di sport a livello professionistico e, proprio in virtù degli spettacoli che lo sport professionistico sa regalare ai turisti, diventa motore trainante per lo sviluppo economico di esso. Anche per questo porremo molta attenzione al mantenimento e incremento di questo settore in collaborazione con l’assessorato al turismo.

Antonio d'arrezzo

Antonio D’Arrezzoresponsabile “progetto educazione sportiva” M5S Cesenatico

Giuliano Fattori

 Giuliano Fattoricandidato Assessore (turismo & sport)

Gioco d’azzardo, Referendum e sport… meglio non pensarci!

image_pdfimage_print

Prendiamo atto di come le posizioni assunte dell’Amministrazione siano fortemente discutibili relativamente a quanto deciso nell’ultimo Consiglio Comunale del 13 Febbraio, ma andiamo con ordine. Precedentemente, durante il Consiglio di dicembre, l’attuale maggioranza ha ritenuto di prorogare all’attuale gestore della sala da gioco “Bingo” un canone di locazione, quanto meno irrisorio, di 25 mila euro annui per il prossimo biennio. Nell’ultimo Consiglio la stessa maggioranza ha vota contro la mozione presentata dal MoVimento 5 Stelle, che proponeva una campagna di sensibilizzazione contro la cosiddetta “malattia da gioco d’azzardo” e in particolare di denuncia verso le slot machines sempre più presenti nei nostri bar o esercizi pubblici, le quali sono la causa di gravi problemi socio/economici per diverse famiglie della nostra comunità.

Questa maggioranza, ma soprattutto alcuni suoi esponenti di rilievo, che in campagna elettorale hanno esibito “pregnanza di valori” ed una nuova vicinanza nei confronti dei cittadini, non riesce neppure ad esporsi a sostegno di un’iniziativa che, oltre ad allontanare il rischio di infiltrazioni malavitose nel nostro territorio, risponde ad una forte richiesta d’aiuto da parte delle famiglie del Comune, preoccupate nel veder dilagare la piaga “gioco d’azzardo” sin dall’età molto giovane dei loro figli.

La stessa maggioranza si è espressa negativamente anche riguardo la richiesta di risoluzione del caso “campo sportivo di Sala”. 50 bimbi e numerosi cittadini, che attendono da diversi anni un campo dove poter fare attività sportiva, senza un reale e concreto impegno dell’Amministrazione comunale rischiano fortemente di dover aspettare ancora parecchio tempo.

Infine ci pare difficoltoso proclamare una tanto sbandierata inversione di rotta di questa Amministrazione quando per la seconda volta in 3 mesi viene rigettata la richiesta di stesura del Regolamento per il Referendum comunale, affinché si possa utilizzare questo strumento di democrazia partecipata. Forse la voce dei cittadini fa paura a chi è chiamato ad Amministrare questo Comune?

Più che una sensazione fa pensare che l’attuale Amministrazione sia, come la precedente, fortemente condizionata da vecchie logiche politico-affaristiche.

Cesenatico secondo Oasicostiera

image_pdfimage_print

Il MoVimento 5 Stelle ha richiesto alla Federazione Ambientalista FNGV Onlus, che gestisce Oasicostiera, di fornire la situazione ambientale e le criticità del territorio di Cesenatico. Il documento preparato da FNVG, con tanto di immagini, evidenzia diverse problematiche ambientali all’interno del nostro Comune, che andremo ad elencare:

- Raccolta rifiuti, differenziata, isole ecologiche, inciviltà e diseducazione. Manca una vera campagna educativa che deve partire dalla famiglia, dalle scuola, dall’Amministrazione;

- Verde pubblico poco curato e aree dove i servizi non sono mai stati espletati. Tagli di piante sane non autorizzati, progetti di edilizia privata approvati senza alcuna considerazione per il verde pubblico o privato;

- Non esiste la filosofia della conservazione. Si prospettano nuove aree edificabili, parcheggi e quant’altro a ridosso della Città senza lasciare aree cuscinetto per assorbire l’ampia antropizzazione. Assenza della cultura, prevenzione, sistemazione dei corsi d’acqua fluviali sia relativa allo smaltimento delle acque (vedi questione allagamenti) sia per la fruizione nel tempo libero (piste ciclabili e pedonali sugli argini, ad esempio continuazione pista ciclabile Pisciatello Cesena-Cesenatico);

- I parchi della Città sono in uno stato di precarietà indicibile. Il Parco di Levante è divenuto per incuria sede di colonia felina. L’auspicato impianto per il ricambio idrico, mai realizzato, ha determinato l’abnorme presenza di coli fecali ed altri batteri che rendono l’acqua in estate nauseabonda e di colore rossastro. Inoltre la discarica abusiva lato ferrovia ne sta decretando l’effettivo abbandono.

- La pinetina di Zadina sopravvive grazie gli interventi del Corpo Forestale ed a quanti si adoperano per tutelarla. Nel recente passato si è concretizzata la distruzione sistematica di numerosissimi pini per fare posto alle case mobili del vicino campeggio.

- Incentivare le energie rinnovabili senza alterare e consumare il paesaggio agricolo, ma favorendo le abitazioni, copertura di parcheggi e capannoni aziendali.

- Favorire il turismo naturalistico, artistico e sportivo nelle zone del forese.

- Il depuratore è uno dei tanti misteri ambientali della Città che meriterebbe di essere svelato.

Il documento termina con una serie di osservazioni che andremo a riassumere. Da sempre le Amministrazioni comunali che si sono succedute, compresa quest’ultima, hanno fatto dell’ambiente un semplice esercizio culturale. Di fatto l’ambiente, inteso come contenitore di vita e quindi meritevole della massima cura e conservazione, è sempre stato martoriato da iniziative distruttive che tutto hanno messo in opera fuorché il rispetto per l’esistente e la biodiversità. Se l’attenzione è sempre stata marginale, non meno pesante è stata l’urbanizzazione violenta che ha caratterizzato il nostro territorio e continuerà a farlo con il nuovo piano regolatore, per mezzo del quale 260 ettari del nostro Comune vengono cambiati di destinazione d’uso, da agricolo a edificabile. Viene quindi da chiedersi cosa può fare la Città di Cesenatico per contribuire ad arrestare quanto sta avvenendo. Innanzitutto formare una migliore conoscenza collettiva del territorio, in tutte le sue sfaccettature. Questo farà sì che molteplici argomenti sollevati siano meglio compresi e si ovvino mere discussioni burocratiche che poco attengono con la realtà delle cose fatte e da fare. Occorre sensibilizzare sia le Scuole che le Famiglie riguardo temi ambientali e sulla conservazione dell’esistente.

Il campo da calcio di Sala

image_pdfimage_print

Durante l’ultimo incontro tenutosi qualche settimana fa tra i cittadini del Quartiere di Sala e il MoVimento 5 Stelle è emerso un problema particolarmente sentito: stiamo parlando del nuovo campo da calcio comunale del Quartiere Sala.

Un’odissea nata nel 2006 e mai portata a compimento. Tutto è partito da un accordo di programma tra il Comune e il proprietario privato del terreno. Omettendo i disagi legati ai lunghi tempi burocratici e le colpe che l’Amministrazione ha sempre cercato di scaricare sul proprietario del terreno, si arriva alla data odierna. L’ennesimo problema proviene dalla mancanza dell’allaccio per lo scarico fognario. L’ultimo ostacolo per la piena agibilità dello stadio del Quartiere di Sala è rappresentato da un contenzioso di 130.000,00 € tra il Comune di Cesenatico e Hera spa in merito all’allacciamento fognario. Vorremmo ricordare all’Amministrazione che 46 bambini compresi nella fascia d’età 1998-2006 tesserati all’A.S.D. Polisportiva Sala e 34 tesserati per il calcio amatoriale stanno ancora aspettando che l’opera pubblica venga ultimata.

Nel prossimo Consiglio comunale il MoVimento 5 Stelle presenterà una mozione con la quale chiederà che l’Amministrazione risolva il contenzioso nei confronti di Hera nel più breve tempo possibile, in modo tale da permettere al settore giovanile e al calcio amatoriale di Sala di allenarsi e disputare le partite di campionato nel campo del Quartiere. Le opere pubbliche iniziate e mai portate a compimento sono un grattacapo che grava su parecchie Amministrazioni e Cesenatico non è voluta mancare a questo elenco. In questi anni le Amministrazioni si sono succedute, ma purtroppo per i Quartiere i problemi sono rimasti.

'