Ripartano gli investimenti e calino le tasse

image_pdfimage_print

equilibrio_bilancio

Facciamo ripartire gli investimenti privati attraverso l’abbassamento delle tasse e i lavori pubblici con l’eliminazione degli sprechi, attraverso il taglio della spesa corrente del 10 per cento per un valore di 3 milioni di euro. Gli ultimi 15 anni di amministrazioni di colore opposto hanno visto contemporaneamente l’aumento della spesa corrente della macchina comunale, l’aumento delle imposte locali arrivate a valori inaccettabili e l’abbassamento della qualità dei servizi ai cittadini. Per voltare pagina occorre intervenire energicamente sugli sprechi, depurare il bilancio da tutte quelle scorie che abbiamo ereditato con gestioni poco trasparenti.

Ci stiamo avvicinando alla presentazione del bilancio di previsione 2016, nel quale presenteremo una proposta particolarmente incisiva che avrà l’obiettivo di ridare impulso concreto all’economia locale, abbassando l’IMU alle attività produttive con categoria C (botteghe e negozi) del 20 per cento, per un importo totale di 1 milione di euro. Le risorse saranno recuperate principalmente dall’efficientamento della Cesenatico Servizi, società alla quale bisognerà operare dei cambiamenti radicali, pur garantendo il posto di lavoro ai propri dipendenti: taglio dei super stipendi e ad-personam equilibrandoli ai pari livello comunali; revisione dei contratti di servizio e global service. La “partita Cesenatico Servizi” ha un peso di circa 7 milioni di euro annui nel bilancio del Comune, tra ordinario e straordinario e, di conseguenza, la sua riorganizzazione diventa una pedina fondamentale per il recupero di risorse, migliorandone al contempo la qualità dei servizi.
La “svolta a 5 Stelle” passa attraverso il voto delle prossime elezioni amministrative di Giugno e si scontrerà con due fazioni che faranno di tutto per riprendere o mantenere il “potere”. Da una parte abbiamo la “Ditta” di centrosinistra che sta tentando di rifarsi “il trucco”, non potendo tuttavia cancellare le proprie responsabilità del passato legate ancora oggi ai candidati che si spacciano per “il nuovo”. Dall’altra abbiamo il centrodestra che cerca di nascondere, attraverso una coalizione unita solamente di facciata, lo stallo evidente in cui versa la città ormai da cinque anni.
La città ha bisogno di segnali concreti e immediati: non è più tempo di indugiare. Come prossima Amministrazione, ci impegniamo nel riequilibrio del bilancio comunale, ripulendolo da sprechi, favoritismi e lavori inutili ormai diventati una consuetudine.

Giuliano Fattori - Jessica Amadio

Giuliano Fattori – Candidato Assessore (bilancio)
Jessica Amadio – Candidato Assessore (società partecipate)

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.