Abbassare le tasse si può….

image_pdfimage_print

tasse-artigiani-commercianti

Obiettivo: abbassare le tasse. A fine Luglio verrà votato in Consiglio comunale il bilancio di previsione 2015 del Comune di Cesenatico. Per l’occasione il MoVimento 5 Stelle presenterà due emendamenti con l’obiettivo di abbassare la pressione fiscale ormai diventata insopportabile, soprattutto per le attività produttive e turistiche della città.

L’intento del Sindaco Buda ad inizio mandato era quello di lasciare un segno ed essere ricordato. Obiettivo raggiunto! Questa Amministrazione verrà ricordata come colei che ha aumentato a livelli record la tassazione, portandola ad una crescita del 50%dal suo insediamento ad oggi (da 18 milioni di tasse nel 2010 ai 27 milioni riscontrabili dal bilancio 2015). Oltre agli slogan di “cambiare rotta” bisogna passare ai fatti.

Proponiamo di abbassare del 20% l’Imu per le attività produttive e di tagliare del 50% la tassa di scopo ISCOP introdotta per la copertura finanziaria del polo scolastico di Villamarina. Il gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle intende dare il proprio contributo al bilancio 2015, al fine di chiedere al Consiglio Comunale modifiche e integrazioni. Le piccole imprese, artigiani e attività commerciali stanno vivendo una crisi senza precedenti. Crediamo di poter dare un segnale a queste categorie abbassando la pressione IMU sulle attività produttive del 20%, in particolare poniamo l’attenzione sulla categoria C (botteghe, negozi e piccole attività). Le risorse possono essere recuperate aumentando l’efficienza della Cesenatico servizi e riallineando alcuni super-stipendi dei suoi dipendenti con i loro pari livello comunali, pur mantenendo la garanzia di lavoro per tutti, ma a patto che molte cose cambino.

La Cesenatico Servizi Srl, risulta avere a disposizione 5 milioni di euro annui per le manutenzioni ordinarie, senza considerare le maggiorazioni dovute alle spese straordinarie. Proponiamo di recuperare 500 mila euro dalla spesa ordinaria per la Cesenatico Servizi, invitando l’Amministrazione ad aumentare l’efficienza della stessa, senza tuttavia alterare il rapporto quantità delle prestazioni rispetto alla qualità dei servizi. Anzi, possibilmente migliorandole ulteriormente. Dal risparmio di 400 mila euro sui contratti di global service legati alla manutenzione straordinarie di verde, edifici e viabilità, potremmo tagliare del 50% la tassa di scopo introdotta per la copertura finanziaria del polo scolastico di Villamarina. Ci rivolgiamo all’Amministrazione che, nell’interesse della cittadinanza, confidiamo prenda in seria considerazione quanto presentato dal nostro gruppo.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.