Comitati di Quartiere… strumento di Democrazia partecipata.

image_pdfimage_print

La IV Commissione di “controllo e garanzia” ha finalmente potuto aver luogo, altre ne seguiranno. In questa occasione, per la prima volta da quando i Comitati di zona sono stati eletti, l’Amministrazione e i gruppi consiliari hanno potuto incontrare tutti i Quartieri in una sede istituzionale, avviando un confronto sul funzionamento di questo fondamentale strumento di Democrazia partecipata. Nella prima parte della serata, diversi Presidenti di comitato hanno messo in evidenza alcune osservazioni di funzionamento che potrebbero rendere più efficace il comitato di Zona:

  • Un confronto preventivo con l’Amministrazione seguito da un parere non vincolante su scelte relative a opere pubbliche, viabilità, manutenzioni, servizi e tutto ciò che concerne il bene pubblico;
  • la proposta del “bilancio partecipato”, con il quale i Comitati di Zona avrebbero la possibilità di collaborare con l’Amministrazione per valutare le spese comunali relative al proprio Quartiere;
  • semplificare la fruibilità di atti pubblici e migliorare il canale di informazione e dialogo tra Amministrazione e Quartieri.

In un secondo momento, i Presidenti di Quartiere sono entrati nel merito in materia di bilancio, iniziative sociali, piani urbanistici, manutenzioni, piani del traffico ed altre questioni di grande rilevanza. Siamo soddisfatti dei contenuti e delle proposte emerse dalla Commissione, che hanno fornito una panoramica chiara ed esaustiva delle diverse realtà di Quartiere.
E’ nostra intenzione convocare nuovamente la IV Commissione per verificare i bilanci di Cesenatico Servizi e fare il punto sull’efficienza dei servizi eseguiti, tenuto conto che i costi pagati dai cittadini sono rilevanti. Inoltre riteniamo doveroso fornire alla cittadinanza tutte le informazioni e chiarimenti dal momento che la società è finanziata interamente dal Comune.

Sono dispiaciuto che l’Ass. Tavani e il Sig. Grassi (esperto PRI) non abbiano avuto la possibilità di intervenire per via dei tempi ristretti. Ragionando a posteriori mi rendo conto di aver applicato il programma degli interventi in modo fin troppo rigoroso, seguendo alla lettera le tempistiche concordate in precedenza. Nel caso in cui dovessi convocare un’altra Commissione con numerosi relatori, come lo è stata quella del 16 ottobre, mi impegnerò a concordare tempi più lunghi.

Alberto Papperini
Consigliere MoVimento 5 Stelle Cesenatico

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.