Commissione boicottata!

image_pdfimage_print

Tutto è pronto per il “Golpe istituzionale” nel Comune di Cesenatico. Dopo aver boicottato la Commissione “controllo e garanzia”, l’Amministrazione sta preparando il passo successivo che vuole affossare definitivamente le funzioni di tale Commissione ed evitare ogni controllo sul lavoro della Giunta. Ricordiamo che la Commissione “controllo e garanzia” era stata introdotta nel 1994 per equilibrare i poteri della Giunta comunale, con l’obiettivo di evitare che le decisioni venissero prese dalla Maggioranza senza la possibilità di un effettivo controllo da parte delle minoranze. A breve sarà convocata dal Presidente del Consiglio comunale Soragni una Commissione ad hoc, segreta e quindi chiusa al pubblico, che avrà il compito di modificare lo Statuto e il Regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale.

Per comprendere la portata di queste modifiche facciamo un passo indietro. L’Art. 16 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio così attualmente si esprime sulla Commissione “controllo e garanzia”: “Art. 16 COMMISSIONE IN SEDE DI CONTROLLO E GARANZIA. Comma 1: La commissione quarta di cui all’art. 10 del regolamento è preposta anche a svolgere funzioni di controllo e garanzia dell’attività della Giunta, del Sindaco o dei singoli Assessori. Essa è presieduta da un Consigliere espresso dalle minoranze consiliari. Oggetto dell’attività della commissione è l’azione del Sindaco della Giunta e dei singoli Assessori riguardante l’attuazione dei programmi e dei progetti d’intervento; l’azione di controllo di essi sulle società partecipate dal Comune ai fini della verifica della corrispondenza delle loro deliberazioni alle finalità statutarie.”

L’Amministrazione ha presentato diversi emendamenti e modifiche con i quali si vogliono legare obbligatoriamente i commi delle Commissioni ai commi del Consiglio comunale. Tali emendamenti porterebbero la Commissione “controllo e garanzia” a non poter più svolgere le proprie funzioni, che comprendono il controllo sulle Delibere di Giunta e sul lavoro delle società partecipare (compresa la Cesenatico servizi ed Hera). In pratica stiamo assistendo ad un vero “golpe istituzionale” nel Comune di Cesenatico. Non ci sarà più la possibilità né per le minoranza, né tantomeno per i cittadini di poter controllare il lavoro dell’Amministrazione.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.