Facciamo chiarezza M5S – ADAC

image_pdfimage_print

logo_adac

A seguito delle ultime dichiarazione a mezzo stampa del Presidente ADAC, G.Barocci, diventa doveroso chiarire alcuni aspetti sugli incontri che il gruppo MoVimento 5 Stelle ha tenuto con tutte le associazioni di categoria di Cesenatico. L’avvicinamento alle prossime elezioni amministrative ha giustamente spinto il MoVimento 5 Stelle ad aprire un dialogo con tutte le realtà produttive, con l’obiettivo di redigere un programma elettorale che fosse quanto più in linea possibile con le esigenze e proposte della collettività. A tale scopo, nei primi giorni di FEBBRAIO 2015, abbiamo contattato tutte le categorie, tra le quali anche l’ADAC. I primi incontri si sono tenuti il 20 Febbraio con la Confartigianato e il 5 Marzo con la Cooperativa bagnini. Nei mesi a seguire, sono stati organizzati confronti anche con le restanti categorie.

Per quanto riguarda i rapporti con l’ADAC, le cose sono andate diversamente. A seguito di ripetute chiamate, la segreteria dell’ADAC ha preso atto della richiesta di incontro con l’impegno di riportare il tutto al Presidente G.Barocci. Tuttavia mai nessuna risposta è stata fornita al nostro gruppo. Tanto più che, per sollecitare un confronto, ho incontrato personalmente il vicepresidente Gobbi, il quale si era preso l’impegno di riportare la richiesta al Consiglio ADAC. Abbiamo sollecitato più volte un incontro, perchè convinti che l’associazione degli albergatori di Cesenatico sia una realtà produttiva e imprenditoriale strategica per il nostro territorio e debba necessariamente essere consultata, al fine di una concreta progettazione che possa far ripartire l’economia turistica di Cesenatico.

Inoltre prendiamo atto che il Presidente G.Barocci si sia speso in questi mesi ad organizzare incontri sia con l’Amministrazione e gruppi di maggioranza, per la presentazione del RUE, sia ultimamente con il PD, organizzando un incontro tra i due candidati alle primarie. Ci auspichiamo che a breve possa essere fatto lo stesso anche con il gruppo politico che rappresento.

Il confronto tra realtà produttive, turistiche, sociali e politiche deve essere una priorità e solamente attraverso il dialogo possiamo avanzare proposte costruttive per il bene di tutti. Questo è, e sarà sempre, il nostro modo di fare politica. Tuttavia ci dispiace constatare che esistono ancora dei “meccanismi” che impediscono un confronto corretto e trasparente tra le diverse realtà cittadine. Correttezza e onestà sono i due elementi fondamentali se l’obiettivo da raggiungere è il benessere comune.

 

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.