Il cliente ha sempre ragione?

image_pdfimage_print


Durante la Commissione al bilancio di lunedì 8 agosto sarà presentata la relazione della Corte dei Conti sul rendiconto 2009 del Comune di Cesenatico, nella quale si evidenzia la cattiva gestione della passata Amministrazione. Nel documento viene sottolineato come l’eccesso di debiti fuori bilancio e lo squilibrio di bilancio è tale che si richiedono provvedimenti urgenti per realizzare il pareggio economico.

Uno dei principali parametri presi in considerazione dalla Corte dei Conti è la spesa per i dipendenti comunali. In effetti dal 2005 al 2010 vi è stato un aumento di assunzioni, passando da 178 a 206 di cui 16 in aspettativa, con un costo complessivo di 7 milioni di euro all’anno, senza considerare l’aggiunta dei 30 dipendenti  di Cesenatico servizi srl, la nuova società preposta per gestire le manutenzioni. La cosa più sconcertante è che l’Amministrazione comunale dal 2007 ad oggi ha formalizzato ben 380 incarichi esterni spendendo mediamente 5 mila euro a consulenza. Ciò significa avvalersi di una consulenza ogni 5 giorni. Facendo due conti si può facilmente capire quale sia il costo per la collettività. Il problema è che le spese per il personale e per gli incarichi esterni assorbono gran parte delle nostre tasse e buona parte degli oneri di urbanizzazione.

Le responsabilità di questa gestione clientelare è del potere politico, non certo dei dipendenti che sono meri esecutori e soffrono le conseguenze di una cattiva amministrazione e organizzazione. Per risolvere questa situazione, occorre attingere dalla cultura aziendale, operando una seria ristrutturazione e modernizzazione della macchina comunale. La prima verifica in cui avremo modo di capire se ci sarà un serio miglioramento nell’efficienza e una sostanziosa diminuzione degli sprechi si potrà avere con Cesenatico Servizi srl. Il MoVimento 5 Stelle invita l’Amministrazione a valutare attentamente le osservazioni poste dalla Corte dei Conti, massimizzando l’efficienza e non perpetuando l’utilizzo indiscriminato di incarichi esterni con il rischio di peggiorare la situazione delle casse comunali già in forte deficit.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.