Il sindaco querela il M5S

image_pdfimage_print

liberta di informazione

L’amministrazione Buda evidenzia ancora una volta l’atteggiamento autoritario che la contraddistingue, depositando un’ennesima querela di stampo intimidatorio nei confronti del Consigliere del MoVimento 5 Stelle, Alberto Papperini.

Siamo arrivati alla seconda querela nel giro di pochi mesi dopo quella presentata dal Presidente del Consiglio A.J. Soragni, nella quale si cercava di giustificare i viaggi di gemellaggio accompagnato dalla madre. Abbiamo appreso che l’oggetto della querela depositata dal Sindaco Buda si riferisce alla variante urbanistica denominata 6% del piano regolatore 1998, sulla quale il MoVimento 5 Stelle aveva avanzato diverse osservazioni connesse alla sua legittimità. Vorremmo ricordare che le stesse osservazioni sono state poste dalla Provincia con un documento di 13 pagine presentato durante l’ultimo Consiglio comunale.

Un Consigliere comunale ha il diritto di informare i cittadini in maniera puntuale e documentata su quello che succede all’interno degli enti pubblici. Tuttavia, la trasparenza e la divulgazione di atti non sono nelle priorità dell’Amministrazione Buda, anzi tutt’altro. Si cerca con azioni autoritarie e intimidatorie di imbavagliare la divulgazione della libera informazione. Il MoVimento 5 Stelle non si fa intimidire da questa politica di basso livello. I cittadini si sono svegliati ed è giunto il momento di arrestare questo sistema di potere e interessi che sta logorando la nostra collettività da troppi anni.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.