Lettera al Presidente del CDA della Cesenatico Servizi Srl, Sig. Gianluca Baldisserri

image_pdfimage_print

Egregio Sig. Baldisserri,

la sequela di risibili ed incredibili commenti da Lei dichiarati sulla stampa, con la buona compagnia del Sindaco in carica, in merito al Bilancio della Cesenatico Servizi Srl chiuso al 31.12.2011, ci obbligano alle seguenti precisazioni:

  • Chiunque può leggere che le somme stanziate nel bilancio a copertura delle spese legali ammontano ad Euro 200.000. E’ grave e grottesco che tali somme siano state contabilizzate senza alcuna spiegazione esauriente e chiara ai cittadini. Quali fatti e quali vicende volete nascondere nell’incredibile vicenda che riguarda i rapporti con Gestuirst, legata alla nota operazione di scissione?
  • La reale questione non è la somma di 20.000 euro che lei dice essere stata pagata al legale che vi assiste nell’operazione di scissione (oggetto di esposto alla Procura della Repubblica). Il problema vero sono le somme da voi contabilizzate come crediti verso il Comune, che parrebbero non essere veri ed esigibili. L’accantonamento a fondo svalutazione crediti della somma di euro 600.000, in base agli elementi che sono presenti negli atti del servizio finanziario del Comune, sarebbe insufficiente, carente per oltre 1 milione di Euro. Quindi, Lei che cosa ha combinato, cosa vuole nascondere? Il bilancio redatto dal consiglio di Amministrazione che lei presiede, approvato dall’azionista Comune, nella persona del Sindaco “pro tempore”, è veritiero? La perdita di Euro 930.000 dell’esercizio è la perdita reale o tale perdita è maggiore? Questo deve spiegare ai cittadini.
  • Sig Presidente, per il ruolo che ricopre ha l’obbligo giuridico e morale di far emergere eventuali colpe per non diventare colluso e corresponsabile con chi vuole nascondere la “svendita” dei beni pubblici a seguito della scissione Gesturist. Lei deve raccontare come stanno veramente le cose, deve informare e far accertare dalla Magistratura se il passaggio di crediti, qualora non esigibili e conosciuti come tali, possano ipotizzare il reato di “truffa”. Da una persona investita di responsabilità pubbliche mi sarei aspettato trasparenza, chiarezza, “onestà” intellettuale e non il supporto a un Sindaco che sta manifestando, in molteplici Sue espressioni, inadeguatezza alla carica che ricopre.
  • Per quali ragioni, durante gli anni di opposizione, Roberto Buda ha sempre riservato verso l’Amministrazione di Sinistra parole infuocate per il “Caso Gesturist”, tuttavia da quando è divenuto primo cittadino non ha espresso alcuna dichiarazione sulle carte in suo possesso riguardanti l’atto di scissione? Perché non è andato immediatamente dalla Magistratura? Per quale motivo siamo dovuti andare noi del MoVimento 5 Stelle a denunciare con un esposto il percorso di scissione Gesturist, con immense difficoltà nel reperire le documentazioni, e il Sindaco, diversamente, è rimasto e rimane tutt’ora nel silenzio più totale sulla vicenda?
  • I fatti che dovranno emergere in ordine alla scandalosa scissione di Gestuirist sono ancora tanti. Siamo solo all’inizio. Non vorremmo che tutto ciò possa coinvolgere Lei, Presidente Baldisserri, e i suoi colleghi in evidenti corresponsabilità.

Cesenatico, 31 Agosto 2012

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.