Più ‘bagno 365′ meno spiaggia libera.

image_pdfimage_print

 bagno 365

Il caso “Diamanti” ha scoperchiato il vaso di Pandora. Tutto è pronto per la realizzazione del “BAGNO 365”, un bagno da 2000 ombrelloni al di fuori dal demanio e quindi svincolato dalla direttiva Bolkenstein. Il MoVimento 5 Stelle pubblica un dossier che mostra il disegno che si nasconde dietro alle ultime manovre che hanno visto i cambi di gestione al Bagno Marconi, al parco scivoli Diamanti, i rapporti tra la Giunta Buda, la Gesturist e la società rappresentata dal Sig. Duca, la proposta di posizionare una concessione al posto della spiaggi libera dei Diamanti. Per capire tutta la vicenda, ripercorriamo i passaggi principali.

1- Già nel 2004 la Gesturist ha presentato all’Amministrazione Zoffoli un progetto denominato “BAGNO 365” che riguardava la riqualificazione del bagno Marconi e dei Diamanti, al fine di realizzare una struttura del tutto nuova creando una struttura turistica polifunzionale da 2000 ombrelloni.

2- Nel 2008 il direttore generale della Gesturist, Terzo Martinetti, sulla stampa locale ha dichiarato: “Chi non ha mai desiderato che la stagione estiva durasse tutto l’anno? E’ proprio questo lo scopo che il Bagno 365 intende raggiungere […] il nuovo villaggio assicura inoltre un potenziamento della parte sportiva, dedicata agli amanti dell’attività fisica e un bar collocato direttamente sull’acqua mediante un pontile [...]a seguito dell’approvazione del piano spiaggia di 40 metri”.

3- Guarda caso, a fine 2008 l’Amministrazione Panzavolta, targata PD, ha approvato il nuovo piano particolareggiato dell’arenile dove è stata inserita la possibilità di portare a realizzazione la struttura polivalente denominata “BAGNO 365”.

4- L’anno successivo la Gesturist ha registrato il marchio “BAGNO 365” alla camera di commercio con le seguenti classi di utilizzo: “attività sportive, culturali, manifestazioni e spettacoli (classe 41); stabilimenti balneari, ristorazione, alloggi temporanei (classe 43); servizi personale e sociale resi a terzi, servizi di sicurezza (classe 45)”.

5- Arriviamo ai giorni nostri con la discesa in campo della società rappresentata dal Sig. Duca, che ha sub affitta  il Bagno Marconi da Gesturist; tale società ha poi ottenuto la gestione del complesso i  Diamanti a trattativa privata con la Giunta Buda; infine, sempre tale società, ha richiesto la concessione in regime privatistico della spiaggia, oggi libera, che fronteggia il complesso dei Diamanti.

Sembra proprio che il progetto presentato durante la Giunta Zoffoli, targata PD, stia per essere portato alla realizzazione dalla Giunta Buda. Il MoVimento 5 Stelle è fatto di cittadini che non accetta che il patrimonio pubblico, di tutti, sia gestito in maniera del tutto discrezionale concedendolo a privati quando l’Amministrazione ha l’obbligo, di assegnarli con gare di evidenza pubblica. Tutti i cittadini sono eguali e devono avere le stesse possibilità, ma da ormai troppi anni  le opportunità vengono date solamente a chi ha “Santi in Paradiso”.

Rispondi

Devi essere registrato per postare un commento.